GAETA.jpg

 
 

Il proprietario Santullo chiede un incontro al sindaco: "Ottanta posti a rischio"

Spunta una vasca per l'impianto antincendio costruita su suolo demaniale: "Situazione insostenibile"

alt

Si complica la situazione dell' Albergo Mirasole International. La chiusura è stata confermata sino al 31 marzo, Pasqua compresa, ma potrebbe essere definitiva. Dopo l'esposto, che ha generato l'intervento dei vigili del fuoco, dell' Asl di Latina e del commissariato di polizia di Gaeta, un altra nube si addensa su Guido Santullo, l'imprenditore titolare della struttura dal 2011. Parte del perimetro di una vasca sotteranea che permette il funzionamento anti-incendio sarebbe stata realizzata su suolo demaniale 55 anni fa. Una richiesta che rende davvero difficoltoso per l'imprenditore riprendere l'attività e che potrebbe generare anche propositidi abbandono dell'azienda. Da qui la richiesta , avanzata in un incontro con il sindaco di Garta Cosmo Mitrano, di esperire i tentativi per salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e il futuro dell' Hotel Mirasole International. "Ci hanno detto di mettere a posto l'impianto antincendio e lo abbiamo fatto ha detto Santullo abbiamo investito 26 milioni di euro, investire altri 100 mila euro per noi è uno scherzo. Ma della presenza di questa vasca costruita su suolo demaniale non ero a conoscenza. Se non riuscirò ad aprire entro aprile licenzierò 80 persone e metterò in vendita la struttura". Guido Santullo nel luglio 2011 aveva scucito sull'unghia 7,5 milioni, dopo averselo aggiudicato il 3 giugno. Dopo un breve periodo di lavori, l'albergo aveva iniziato a funzionare nuovamente, facendo rifiorire le speranze occupazionali di tanti lavoratori e lavoratrici, giovani e meno giovani. Purtroppo per loro non era in possesso del certificato di prevenzione incendi. Ad aprile 2011 il comando provinciale di Latina aveva infatti rilasciato un pare favorevole propedeutico all'inizio dei lavori di adeguamento dell'attività. Ma nel mese di gennaio 2013, a seguito di un esposto di un privato, sono stati compiuti sopralluoghi da parte dei vigili del fuoco e dell' Asl di Latina e del commissariamento di polizia di Gaeta. Ne era risultata l'inattività dell' albergo. In particolare i vigili del fuoco avevano riscontrato diverse carenze nell'impianto idrico, ma anche difformità nell'impianto termico. Motivi che avevano spinto il dirigente del secondo dipartimento del comune di Gaeta all'avvio del procedimento nei confronti della Mirasole International Sarl per la sospensione dell'autorizzazione ad attività di "pubblico esercizio", concedendo una proroga all'impresa per gli adeguamenti previsti dalla legge.

alt

2016 © Carangelo